Armeria sardoa subsp. sardoa - Spillone di Sardegna - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Armeria sardoa subsp. sardoa - Spillone di Sardegna

Spillone di Sardegna
      E' una pianta erbacea perenne a base legnosa, Camefita suffruticosa per il Sistema Raunkiær, appartenente alla famiglia delle Plumbaginaceae.
La parte perenne della pianta è costituita da un breve tronco legnoso, singolo o ramificato, che si origina da una grossa radice anch'essa legnosa. Abitualmente, le parti legnose non sono visibili poiché nascoste dalle foglie secche delle passate stagioni che permangono per molti anni. (Nelle immagini allegate, per quanto semi-nascosti dalle foglie, è possibile osservare sia il tronco sia le varie ramificazioni). All'apice di ciascuna ramificazione è presente una rosetta fitta di numerose foglie che variano da strettamente lineari a lineari-lanceolate. Le foglie, presenti anche nella stagione invernale, sono glabre o puberule. Sono lunghe fino a cinque-sei centimetri e larghe, nel punto massimo, circa tre millimetri. Generalmente sono uninervie e debolmente canalicolate.
I fiori sono raccolti in capolini emisferici portati da lunghi scapi afilli, normalmente eretti, la cui lunghezza può raggiungere i quaranta centimetri. La parte apicale è protetta da una guaina di circa dieci millimetri. Gli steli assumono una consistenza legnosetta e, come si può osservare dalle immagini, perdurano, ormai secchi, fino alla fioritura successiva.
I capolini sono formati mediamente da dieci-quindici fiori e possono raggiungere, in piena antesi, un diametro di venti millimetri. Le brattee involucrali dei capolini sono disposte in vari ordini con una diversa morfologia. Le più esterne, più piccole, sono quasi interamente erbacee e di forma lanceolata ad apice acuto. Procedendo verso l'interno assumono una forma obovata e diventano gradatamente più scariose. Le brattee interfiorali sono completamente scariose.
Il calice ha un aspetto imbutiforme e ha un'altezza di circa quattro millimetri. E' caratterizzato dalla presenza, nei lobi calicini, di una resta che supera di circa un millimetro il calice stesso.
La corolla è pentamera e ha i lobi obovati. Il colore è generalmente un rosato tenue, talvolta assume toni più carichi, molto raramente è di colore bianco puro.
Le antere è il polline sono invece caratterizzati da una colorazione che inizialmente e verde smeraldo intenso per poi divenire in seguito gialla.
La fioritura ricade nei mesi di maggio e giugno.
Armeria sardoa subsp. sardoa è una specie silicicola e rupicola ed è un endemismo esclusivo della Sardegna che vegeta sui principali rilievi dell'isola.
Questa descrizione, e le immagini allegate, si riferiscono alla popolazione presente nelle aree silicicole intorno a Perda Liana (più correttamente: Perda Eliana; cfr. Etimologia e significato di Perda Liana).

Nota di Botanica sistematica
Armeria sardoa subsp. sardoa è, per ovvie ragioni, assai affine a Armeria sardoa subsp. genargentea. Differisce a prima vista per il portamento generalmente eretto degli steli fioriferi mentre la sottospecie genargentea gli ha spesso saettanti al livello del suolo. Inoltre Armeria sardoa subsp. genargentea ha di norma i fiori con una colorazione rosea più intensa e vegeta solo nelle aree sommitali dei monti del Gennargentu.
(22 giugno 2016)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2021 - All rights reserved
Torna ai contenuti