Scorzonera callosa - Scorzonera di Sardegna - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Scorzonera callosa - Scorzonera di Sardegna

Scorzonera di Sardegna

Pianta erbacea, Emicriptofita scaposa, perenne, appartenente alla famiglia delle Asteraceae (o Compositae).
E' formata da un fusto basale legnoso che generalmente rimane nascosto nel terreno ed è poco visibile. Fanno eccezione le piante cresciute nelle scarpate, in questi casi tende a essere dissotterrato dall'erosione e così rimanere parzialmente scoperto (un esempio è riportato nello slideshow). Da esso si origina un ciuffo di foglie lineari lunghe fino a 20-25 centimetri.
Le foglie sono irregolarmente ricoperte da peluria, specie lungo i margini. Il loro colore tende al glauco. L'apice è ottuso e calloso. Da questa particolarità deriva l'epiteto che contraddistingue la specie. Questa minuscola callosità, presente in prossimità dell'apice fogliare, non può essere identificata nelle immagini allegate perché è paticamente invisibile all'osservazione, è invece facilmante individuabile al tatto.
I fiori sono portati da uno scapo rossiccio (specie nella parte superiore), tomentoso, lungo fino a 20-30 centimetri. Brevi foglie bratteiformi lineari sono presenti in prossimità della sua parte basale.
Il fiore è un capolino inizialmente reclinato e poi eretto. E’ composto da numerosi fiori ligulati di colore giallo, quelli esterni mostrano il lato inferiore rossiccio.
La fioritura avviene nel periodo di maggio-giugno.
La Scorzonera callosa è una specie endemica esclusiva della Sardegna. Vegeta principalmente nel settore centro-orientale dell'isola, ma anche nel nord-est e nell'Iglesiente.
Le immagini presentate sono state riprese nelle aree calcaree della Sardegna centro-orientale, a un'altitudine compresa tra novecento e milletrecento metri. In alcune immagini si nota la presenza di rocce scistose o sedimentarie quarzose. Sono gli strati minerali che costituiscono il basamento dell'area calcarea, distante, in alcuni casi, solo pochi metri. Lontano dalle aree calcaree, su terreno propriamente scistoso, non è stato notato alcun individuo.

(26 luglio 2011)
(Ultima revisione: 03/01/2012)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2021 - All rights reserved
Torna ai contenuti