Arabis collina subsp. collina - Arabetta collinare - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Arabis collina subsp. collina - Arabetta collinare

Arabetta collinare

     E' una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Brassicaceae o Cruciferae. Per il sistema Raunkiær una Emicriptofita scaposa, cioè con gemme svernanti al livello del terreno e gli assi fiorali allungati, in questo caso è anche pluricaule.
La parte ipogea (perenne) è costituita da una lunga radice fittonante color ocra chiaro dotata di scarse radichette e ramificazioni. La parte aerea perenne è formata da un brevissimo fusto a lento accrescimento che reca visibili i residui vegetativi delle annate precedenti. Su di esso si sviluppa la componente vegetativa annuale formata da una rosetta basale e da uno o più fusti fiorali
Le rosette basali sono composte da un numero variabile di foglie da spatolate a obovate con l'apice arrotondato. L'indumento varia da sub-glabro, talvolta con il lembo fogliare anche lucido, a fortemente tomentoso per uno denso strato feltroso di peli stellati.
L'asse fiorale principale è generalmente eretto, quelli secondari spesso arcuato-ascendenti, in entrambi i casi sono tomentosi (maggiormente nella parte inferiore) e di colore generalmente rossiccio. Le foglie cauline hanno caratteristiche simili alle basali ma sono poco numerose, sessili e con il lembo di minori dimensioni, tendenzialmente ellittico e, talora, ad apice acuto.
I fiori sono portati da infiorescenze terminali che all’inizio dell’antesi sono spesso pendule. I pedicelli sono glabri e lunghi mediamente dieci millimetri, tendono anch'essi ad essere penduli all'antesi ma saranno ben eretti e appressati al fusto alla fruttificazione.  
Il calice è formato da quattro sepali ellittici lunghi circa quattro millimetri e larghi un millimetro e mezzo. Sono eretti e sub-glabri e con il colore che varia dal giallo-verdognolo all'ocraceo al bruno-rossiccio.  
La corolla è formata da quattro petali disposi a croce di colore bianco (molto raramente soffusi di rosa). Sono lunghi fino a dieci millimetri e hanno l'apice da piano ad arrotondato a leggermente incavato.
La fioritura è compresa nei mesi da aprile a giugno.
Il frutto è una sottile siliqua a sezione compressa lunga fino a cinquanta-settanta millimetri i cui resti, piuttosto caratteristici, perdurano nel tempo, anche fino alla fioritura successiva. Alla maturità tende ad aprirsi longitudinalmente in due sezioni parallele ognuna delle quali mostra un'ordinata fila di semi.
I semi sono alati, compressi lateralmente e mostrano una forma vagamente rettangolare con circa due millimetri di lunghezza e uno di larghezza. La superficie e lucida ma rugosa e il colore è ocraceo.
L'altezza complessiva delle piante, alla maturazione delle silique, è di circa trenta centimetri.
Arabis collina subsp. collina (Arabetta collinare) è una specie diffusa nell'Europa centro-meridionale e pressoché in tutta l'Italia. In Sardegna è presente (anche se poco frequente) sui principali rilievi del settore centrale e orientale, nella maggior parte dei casi su substrato carbonatico.
Questa descrizione e le immagini presentate sono state riprese sui rilievi della Sardegna orientale principalmente in ambiente carbonatico ma non mancano alcuni siti su substrato siliceo. L'altitudine è compresa tra seicento e milletrecento metri. L’habitat è principalmente rupicolo, ma talvolta è stata invenuta anche sul libero terreno in ambiente di gariga.
Segnalo la presenza di alcune immagini che si riferiscono a una piccola stazione composta da una decina di esemplari rinvenuta nel Montarbu di Seui (NU), ove tutti gli esemplari mostravano i petali ampiamente screziati di porpora sul lato esterno.  Questa varietà non è da confondersi con Arabis collina subsp. rosea che ha i petali uniformemente rosei e la cui presenza in Sardegna è dubbia.

(09 novembre 2011)

(Ultima revisione: 17/01/2021)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti