Astragalus genargenteus - Astragalo del Gennargentu - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Astragalus genargenteus - Astragalo del Gennargentu

Astragalo del Gennargentu

E' una pianta arbustiva perenne a portamento pulvinato. Appartiene alla famiglia delle Fabaceae o Leguminosae (dette anche Papilionaceae).
E' caratterizzato dalla presenza di lunghe spine dovute al rachide fogliare che si trasforma in una spina. L'intrico di spine, ben visibile in inverno, nel periodo vegetativo è nascosto dal bel fogliame compatto.
Le foglie sono composte, disposte a copie (fino a 10-15 paia) lungo il rachide che talvolta presenta, già precocemente, l'apice acuminato. La lamina fogliare è ellittica, il margine è intero. Cadono alla fine del ciclo vegetativo annuale.
I fiori sono racconti in un'infiorescenza compatta di tre-sei elementi portata all’apice di un corto peduncolo. La corolla è bianco-giallognola con qualche sfumatura arrossata (presente anche nel calice).
Fiorisce tra la fine primavera e l'inizio dell'estate.
Il frutto è un corto legume che può essere più o meno tomentoso, similmente al resto della pianta.
L'Astragalus genargenteus è un endemismo delle montagne sardo-corse.
Le immagini presentate si riferiscono all'Astragalus genargenteus ssp. genargenteus che vegeta principalmente sul Bruncu Spina, nel prospiciente M. Arbu di Fonni (NU) e nei vicini monti Armario e Pipinari.
In Sardegna è presente anche l'Astragalus genargenteus ssp. gennarii che cresce nella catena del Monte Albo (NU).
L'ultima foto è una curiosità: uno spillone del Gennargentu (Armeria sardoa ssp. genargentea) nato e fiorito nel mezzo di una pianta di Astragalo.

(15 novembre 2008)
(Ultima revisione: 24/07/2011)




Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2021 - All rights reserved
Torna ai contenuti