Astragalus genargenteus - Astragalo del Gennargentu - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Astragalus genargenteus - Astragalo del Gennargentu

Astragalo del Gennargentu

     E' una pianta arbustiva perenne, Camefita fruticosa, a portamento pulvinato. Appartiene alla famiglia delle Fabaceae o Leguminosae (già conosciute anche come Papilionaceae).
La parte sotterranea (per la quale rimando alle immagini dello slideshow) è caratterizzata dalla presenza una robusta radice fittonante lignificata che penetra profondamente nel terreno. Quella aerea è invece composta da un intrico di brevi e tozzi rami legnosi abbondantemente ricoperti dai residui fogliari delle annate precedenti. Anche questa parte rimane poco visibile pure nel periodo invernale. Questo è dovuto alla presenza di abbondanti e lunghi rachidi fogliari trasformati in spine lignificate. L'intrico di spine, ben visibile in inverno, nel periodo vegetativo è nascosto dal bel fogliame compatto e coprente.
Le foglie sono paripennate e le foglioline disposte a coppie (fino a dieci-quindici paia) lungo il rachide che talvolta presenta, già precocemente, l'apice acuminato. Il lembo delle foglione è ellittico e il margine è intero. Le foglioline cadono alla fine del ciclo vegetativo annuale.
I fiori sono racconti in un'infiorescenza compatta, è composta da tre a sei elementi ed è portata all’apice di un corto peduncolo.
Il calice è campanulato e termina con cinque denti, non perfettamente regolari, di forma triangolare con l'apice pronunciato e, generalmente, acuto. Il colore varia dal bianchiccio al verdognolo e al rossiccio. La superficie è moderatamente tomentosa.
La corolla è bianco-giallognola con qualche sfumatura arrossata.
La fioritura ricade tra la fine primavera e l'inizio dell'estate.
Il frutto è un corto legume, che può essere più o meno tomentoso, ed è lungo circa quindici millimetri.
Astragalus genargenteus (Astragalo del Gennargentu) è una specie endemica delle montagne sardo-corse.
Le immagini presentate si riferiscono all'Astragalus genargenteus (già Astragalus genargenteus subsp. genargenteus) che cresce principalmente sul Bruncu Spina, nel prospiciente M. Arbu di Fonni (NU) e nei vicini monti Armario e Pipinari. L'altitudine è compresa tra milletrecento e milleottocento metri su livello del mare. Il substrato è prevalentemente siliceo e l'ambiente è quello di gariga.
In Sardegna è presente anche Astragalus gennarii (già Astragalus genargenteus subsp. gennarii) che vegeta nella catena carbonatica del Monte Albo (NU).

(15 novembre 2008)
(Ultima revisione: 25/02/2021)




Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2021 - All rights reserved
Torna ai contenuti