Chamaeiris foetidissima (Iris foetidissima) - Giaggiolo puzzolente - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Chamaeiris foetidissima (Iris foetidissima) - Giaggiolo puzzolente

Giaggiolo puzzolente
      E' una specie erbacea perenne, Geofita rizomatosa, appartenente alla famiglia delle Iridaceae.
La parte sotterranea è formata da una robusta radice rizomatosa contornata da radichette sottili. Dal rizoma si sviluppano numerosi steli, generalmente non ramificati, portanti foglie e fiori e alti fino a novanta centimetri. Tuttavia, l'altezza tende a mantenersi mediamente bassa, circa quaranta-cinquanta centimetri.
Le foglie sono opposte, isolaterali, ensiformi (a forma di lama) e con la superfice glabra. Sono moderatamente rigide, erette e piuttosto lunghe. Si sviluppano alla base e lungo il fusto ma con misura decrescente. Tuttavia, anche le foglie inferiori tendono a raggiungere o superare l'altezza dell'infiorescenza. Allo sfregamento emano un odore generalmente considerato molesto, da cui l'epiteto "foetidissima" (puzzolente) riferito a questa specie. Per quanto riguarda la popolazione presa in esame, a noi è sembrato che le foglie avessero semplicemente un odore erbaceo assai simile a quello dei turioni degli asparagi selvatici.
I fiori sono invece inodori e tendono a formare infiorescenze pauciflore. Nella popolazione in esame sono stati riscontrati solo casi con uno e due fiori.
I tepali sono sei, tre interni e tre esterni. I tre interni hanno il lembo obovato dotato di una lunga unghia. Quelli esterni hanno una forma approssimativamente spatolata e, anch'essi, retti da una lunga unghia. Entrambi hanno una colorazione violacea o azzurrognola poco luminosa. I tepali esterni sono inoltre caratterizzati da un appariscente disegno palmato. Questo è creato da nervature regolari che assumono una colorazione azzurro-violacea più intensa. Il pistillo è suddiviso in tre lamine di aspetto petaloide, assai simili ai tepali interni. Queste caratteristiche rendono i fiori piuttosto appariscenti, anche se la colorazione è, nel complesso, un po' opaca. Oltre al colore azzurro-violaceo della popolazione presa in esame, esistono casi nei quali la tonalità predominate è un giallognolo sempre un po' opaco
La fioritura ricade principalmente nel mese di giugno.
Il frutto è costituito da una capsula trigona di forma allungata, alta circa cinque-sei centimetri, che si apre spontaneamente alla maturità. Tuttavia i semi tendono a rimanere ancora a lungo in sede, anche in fase di avanzato disfacimento della capsula.
I semi sono globosi e hanno un diametro di sei-sette millimetri, sono ricoperti da un tegumento lucido di colore rosso-arancio assai vistoso.
Chamaeiris foetidissima (Giaggiolo puzzolente) vegeta in tutte le regioni italiane, esclusa la Val d'Aosta. Tuttavia, in vari casi è una specie naturalizzata in seguito all'introduzione per uso ornamentale. In Sardegna, la pianta è autoctona e vegeta in ambienti fresco-umidi e ombrosi.
Questa descrizione e le immagini allegate sono riferite a una popolazione presente ai margini di un bosco di latifoglie della Sardegna centro-orientale a circa mille metri di altitudine.
(27 marzo 2019)
(Ultima revisione: 24/05/2021)




Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti