Cistus creticus subsp. eriocephalus - Cisto rosso - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Cistus creticus subsp. eriocephalus - Cisto rosso

Cisto rosso

     E' una pianta arbustiva sempreverde, nano-fanerofita per il sistema Raunkiær, appartenente alla famiglia delle Cistaceae.
Diversamente da altre piante della medesima famiglia, non emette una forte fragranza resinoso-aromatica ma più tendente all'erbaceo.
Le piante sono abbondantemente ramose, erette e, in condizioni favorevoli, slanciate verso l'alto. Possono raggiungere un metro e mezzo di altezza.
I rami sono tendenzialmente di colore rossiccio e sono caratterizzati da una densa pelosità villosa dall'aspetto lanuginoso, specialmente se vista in controluce. La medesima pelosità villosa si ritrova sul calice e sulle capsule. Peli ghiandolari con residui glutinosi si possono, invece, rinvenire su peduncoli e pedicelli. (Vedi l'immagine in questa pagina)
Le foglie sono opposte e dotate di brevi piccioli alati, connati e guainati il fusto. Il lembo è ellittico ad apice acuto. La pagina superiore è minutamente grinzosa mentre quella inferiore è caratterizzata dalle nervature ben evidenti e sporgenti. Il margine è debolmente ondulato, eroso e caratterizzato da un bordo feltroso biancastro, maggiormente visibile in controluce. La colorazione è grigio-verde virante al glauco.
I fiori sono portati da cime pauciflore, tuttavia sono assai vistosi, caratteristici ed esteticamente apprezzabili.
Il calce è, come già detto, abbondantemente villoso ed è formato da cinque sepali ovati e acuminati, maggiormente gli interni.
I fiori sono caratterizzati da una vistosa corolla di cinque petali dal margine denticolato e dalla superficie spiegazzata. Il colore è un rosa-violaceo piuttosto intenso, in rari casi si può presentare di colore chiaro, quasi slavato. L'unghia è di colore giallo, generalmente piuttosto vivo. Gli stami sono numerosi e dal colore giallo-aranciato vivo. Sono sormontati da stilo e stigma dal colore generalmente più chiaro.
Il periodo della fioritura è piuttosto ampio ed è concentrato principalmente nei mesi da aprile a giugno.
Il frutto è una capsula ovoide fittamente ricoperta da una lunga peluria. Misura circa 7x9 mm. Contiene numerosi semi poliedrici irregolari con numerose facce piane o leggermente concave. La loro diagonale di circa 1-1,2 mm. Il colore è marrone rossiccio e la superficie è fittamente increspata in maniera regolare e uniforme.
Cistus creticus subsp. eriocephalus (Cisto rosso) è una tipica pianta mediterranea ed è presente e assai comune nella maggior parte delle regioni italiane.
Questa descrizione e le immagini allegate sono riferite a varie popolazioni presente nella Sardegna orientale dal livello del mare fino a milleduecento metri di altitudine. L'ambiente di crescita varia dalle siepi ai margini stradali, alla macchia mediterranea e alla gariga.

01 dicembre 2008)

(Ultima revisione: 05/08/2021)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti