Crocus minimus - Zafferanetto di Sardegna - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Crocus minimus - Zafferanetto di Sardegna

Zafferanetto di Sardegna

Pianta geofita bulbosa della famiglia delle Iridaceae alta 10-15 cm.
Le foglie, tutte basali, sono lineari e sottili, la parte superiore è incavata ed al centro mostra longitudinalmente una linea più chiara; la loro lunghezza tende a coincidere con l'altezza del fiore.
Il bulbo, di forma ovale, è ricoperto da tre sottili tuniche. Da esso si origina il perigonio, di tipo imbutiforme, che forma sei tepali, tre interni e tre esterni. Questi ultimi hanno, esternamente, una caratteristica figura a forma di spiga di colore scuro che si riflette parzialmente anche all'interno. La colorazione dei tepali è normalmente azzurro-violacea, più o meno intensa, in rari casi è bianca. La figura a forma di spiga (o, se si preferisce, pennatosetta) talvolta è presente anche nelle varietà bianche (apocromiche). La parte inferiore del perigonio è coperta da spate membranose di colore chiaro.
Resta da segnalare che sono stati risconcontrati rarissimi casi di esemplari di Crocus minimus con sette e otto tepali (quattro interni e quattro esterni), come documentato dalle immagini allegate.
Scorrendo le immagini, si può facilmente notare che Crocus minimus mostra una spiccata variabilità nel portamento generale della pianta e nel mumero, forma, dimensiomi e colorazione dei tepali.
L'organo maschile del fiore è formato da tre stami con le antere di colore giallo intenso. Il segmento inferiore del pistillo, che contiene l'ovario, è molto interno, spesso anche sotterraneo; esternamente si può osservare lo stilo filiforme che, all'apice, porta tre stigmi di un colore vivo rosso-arancio.
La fioritura avviene principalmente ad aprile-maggio, ma singoli esemplari, in funzione dell'esposizione e dell'altitudine, possono anticiparla a partire dal tardo autunno.
Il Crocus minimus è una pianta endemica dell'arcipelago toscano, Corsica e Sardegna.
In quest'ultima isola è diffuso in larghe parti del territorio, dalle quote più basse fino agli oltre 1800 metri delle cime del Bruncu Spina e di Punta La Marmora.
La maggior parte delle immagini provengono dai versanti orientale ed occidentale del Bruncu Spina. Qui la fioritura di estese praterie di questo Zafferanetto di Sardegna è ben più spettacolare di quanto lascino intravedere le immagini presentate.

(15 settembre 2009)
(Ultima revisione: 03/03/2015
)




Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2021 - All rights reserved
Torna ai contenuti