Cruciata glabra subsp. hirticaulis - Crocettona a stelo irto - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Cruciata glabra subsp. hirticaulis - Crocettona a stelo irto

Crocettona a stelo irto
      E' una pianta erbacea perenne, Emicriptofita scaposa, che appartiene alla famiglia delle Rubiaceae.
Il portamento è talvolta prostrato, più spesso eretto o eretto-ascendente. La pianta presenta numerosi fusti, generalmente non ramificati, che si originano dalla base rizomatosa.
I fusti hanno una sezione tetragona con gli angoli molto pronunciati. Normalmente sono piuttosto irsuti per peli patenti, da ciò deriva l'epiteto della sottospecie. Più raramente sono sub-glabri.
Le foglie sono inserite ordinatamente ai nodi dei fusti, riunite in gruppi di quattro in una disposizione crociata. Il picciolo è brevissimo o assente. La lamina è ellittica o ovata e trinervia con i nervi ben evidenti. Il margine è intero e marcatamente ciliato. Entrambe le facce sono glabre o cosparse da una peluria rada o, talora, più abbondante. La colorazione delle foglie è comunemente verde chiaro e la loro consistenza è piuttosto debole.
I fiori sono raccolti in cime pauciflore all'ascella delle foglie. Analogamente alle foglie, anch’essi hanno una disposizione tetramera. Le dimensioni sono ridottissime, circa due o tre millimetri di diametro. Il colore della corolla è giallo-limone o giallo-verdognolo. I petali hanno una forma lineare-lanceolata, l'apice è acuto o distintamente apicolato.
La fioritura ricade nel periodo da fine aprile a inizio giugno.
Il frutto è costituito da una bacca sub-sferica, dal diametro di circa due millimetri, che assume una colorazione scura alla maturità.
Cruciata glabra subsp. hirticaulis è diffusa in tutta Europa, compresa la vicina Corsica. In Italia, oltre che in Sardegna, è presente solo in alcune regioni del settore centro-settentrionale.
E' una specie che predilige i luoghi freschi e umidi, indipendentemente dal substrato.
Le immagini allegate sono state riprese in varie località della Sardegna centro-orientale e dei Monti del Gennargentu. L'altitudine è compresa tra mille e milleseicento metri s.l.m.

Nota di Botanica Sistematica
Oltre a Cruciata glabra subsp. hirticaulis, in Sardegna è presente anche la sottospecie nominale, Cruciata glabra subsp. glabra. Si distingue, non solo per essere glabra o con una scarsa peluria (caratteristica occasionalmente rilevabile anche nell'altra sottospecie) ma per avere le foglie distintamente sub-coriacee e, in genere, di colore verde più scuro (cfr. l'ultima immagine in calce a questa pagina). In Sardegna è piuttosto rara e localizzata, vegeta in ambienti analoghi a quelli della sottospecie hirticaulis ma in località differenti.
La nuova Checklist *) unifica le due sottospecie sotto Cruciata glabra ma, al momento, si è preferito mantenere la distinzione storicamente attestata.
*) Bartolucci F. et al. (2018). An updated checklist of the vascular flora native to Italy. Plant Biosystems. 152. 179-303.

(24 dicembre 2015)

(Ultima revisione: 04/11/2021)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti