Glaucium flavum - Papavero cornuto giallo - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Glaucium flavum - Papavero cornuto giallo

Papavero cornuto giallo

   E' una pianta erbacea perenne (Emicriptofita scaposa per il sistema Raunkiær) appartenente alla famiglia delle Papaveraceae.
E' composta da un'ampia rosetta di grandi foglie basali picciolate, pennatosette, con margine lobato o dentato. La superficie è generalmente scabra ma in rari casi si presenta densamente tomentosa. Il portamento delle foglie basali varia da aderente al suolo ad ascendente a sub-eretto.
Le foglie cauline sono sessili (prive di picciolo) e tendenti ad avvolgersi intorno al fusto (amplessicauli).  Esse diventano progressivamente di minori dimensioni e le superiori, infine, sono ovate.
Le piante hanno generalmente un caratteristico colore verde-azzurro (glauco) e l'altezza complessiva giunge a ottanta-novanta centimetri.
I fiori sono caratterizzati da quattro grandi petali gialli lunghi circa quattro-cinque centimetri che, abbastanza spesso, presentano una vistosa macchia bruna scura alla base, presso l'unghia.
La fioritura avviene nel periodo primaverile ed estivo.
Il frutto è costituito da una capsula cilindrica lunga venti-trenta centimetri. Talvolta si presenta arcuata e da questa caratteristica deriva il nome volgare di “papavero cornuto”.
I semi sono vagamente reniformi e lunghi circa 1,5 mm. La superficie è di un colore grigiastro di intensità variabile ed è completamente incisa da una fitta sfaccettatura piuttosto regolare.
Glaucium flavum (Papavero cornuto giallo) è diffuso in tutta l'area mediterranea. Il suo habitat tipico sono le spiagge marine e le aree fluviali sabbiose dell'interno. Talvolta è presente lungo i bordi delle strade, ma la concomitanza, più volte osservata, con lavori stradali eseguiti di recente, fa presupporre che i semi possano essere stati trasportati con gli inerti.
Questa descrizione e le immagini allegate sono riferite principalmente a popolazioni costiere della Sardegna centro-orientale ma anche a siti dell'interno, fino a oltre ottocento metri di altitudine.

(01 novembre 2009)
(Ultima modifica: 14 giugno 2022)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti