Glechoma sardoa - Ellera terrestre di Sardegna - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Glechoma sardoa - Ellera terrestre di Sardegna

Ellera terrestre di Sardegna

Pianta Emicriptofita reptante perenne, appartenente alla famiglia delle Lamiaceae (o Labiatae).
La parte aerea della pianta è formata da fusti striscianti da cui emergono gli steli fiorali eretti, non ramificati. Essa secca al termine del ciclo vegetativo annuale, ma la vitalità della pianta è garantita dalla presenza di gemme svernanti poste al livello del suolo.
La sua altezza varia dai dieci ai trenta centimetri.
Le foglie sono alterne, le inferiori lungamente picciolate, il lembo è sub-rotondo, il margine dentato. Le nervature sono evidenti e conferiscono a esse un aspetto grinzoso. Sono ricoperte da peluria, più fitta nella pagina inferiore, rada in quella superiore. Similmente sono tomentosi i fusti e i peduncoli fogliari. La lamina inferiore è caratterizzata anche dalla presenza, più o meno evidente, di numerose ghiandole traslucide (vedi ultima immagine dello slideshow).
I fiori sono portati all'ascella delle foglie, riuniti in gruppi di due o tre. Il calice è tubuloso e leggermente costoluto, ricoperto da peluria. La corolla è imbutiforme, anch’essa ricoperta da peluria, più evidente nella fauce. Il labbo superiore è bilobato, quello inferiore trilobato con il mediano parzialmente suddiviso in due segmenti.
Il colore della corolla varia dal bianco al lillacino tenue, con maculature lilla ben evidenti sul lobo centrale del labbro inferiore.
La fioritura avviene da marzo a maggio.
La Glechoma sardoa (Glechoma hederacea ssp. sardoa), è una specie endemica della Sardegna. Alcuni testi la citano anche per la Corsica, tuttavia non è segnalata su Flora Corsica di Daniel Jeanmonod & Jacques Gamisans (2007).
Essa vegeta principalmente nel settore montano centro-orientale dell’isola, in particolare nei monti del Gennargentu, su substrato siliceo. Da qui provengono le immagini presentate nello slideshow.
L’habitat preferito da questa specie è costituito da siti freschi e umidi, spesso in vicinanza delle sorgenti.

(10 dicembre 2010)






Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2021 - All rights reserved
Torna ai contenuti