Montia arvensis - Pendolino dei campi - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Montia arvensis - Pendolino dei campi

Pendolino deli campi

      E' una specie erbacea annuale, Terofita scaposa, appartenente alla famiglia delle Montiaceae. In precedenza era inserita in quella delle Portulacaceae.
E’ una specie idrofita radicante nel terreno, predilige i prati umidi e le aree prossime a fonti e rigagnoli. Talvolta può formare densi tappetti di piante ravvicinate in prossimità di rigagnoli. Altre volte si possono incontrare numerosi individui solitari sparsi nei prati umidi. In quest'ultimo caso è più agevole osservare la morfologia delle piante, invero piuttosto minute.
Il portamento è prostrato-diffuso e, talora, parzialmente ascendente. Gli individui sono ramosissimi sia per le numerose ramificazioni che si originano dalla base della pianta sia per quelle secondarie prodotte dai rami. Nell'insieme le piante tendono ad assumere una forma tondeggiante anche a causa dello sviluppo regolare e omogeneo dei rami.
Le foglie sono sub-sessili a lamina spatolata. Le foglie inferiori più arrotondate, le superiori ad apice acuto. Sia i rami sia le foglie hanno una consistenza carnosetta.
Le piante sono di colore verde chiaro ma, con l'esaurirsi dell'umidità del suolo, i rami tendono a diventare di colore rossiccio e le foglie verde-giallognolo.
I fiori, minuscoli, sono retti da un breve peduncolo e raccolti in cime pauciflore composte da tre-cinque elementi. Sono caratterizzati da una coppia di pseudo-sepali avvolgenti che formano un calice chiuso e da una corolla asimmetrica di cinque petali bianchi. I tre petali minori sono disposti a 120 gradi e i due maggiori ai lati di uno dei minori. Uno spazio, come di un petalo mancante, resta vuoto.
La fioritura avviene da aprile a luglio, in funzione dell'altitudine.
Dopo alla fecondazione i fiori si piegano verso il basso. Da questa particolarità deriva il nome comune della specie: Pendolino dei campi.
Il frutto è costituito da una piccola capsula sferica. I semi sono di colore nero opaco e hanno una forma tondeggiante. Il loro diametro è di circa un millimetro. Sono ricoperti da numerosi e grossi (in proporzione) tubercoli ottusi disposti ordinatamente.
Montia arvensis (già Montia fontana subsp. chondrosperma) è diffusa pressoché in tutta Italia ed è presente in varie parti della Sardegna. Tuttavia tende a rarefarsi per la specificità del suo habitat. Predilige, infatti, i bordi delle sorgenti e dei rivoli di montagna e i prati con ristagno idrico.
Le immagini allegate sono state riprese nella Sardegna centro-orientale a circa mille metri di altitudine e sui monti del Gennargentu a circa 1600 metri. Non ci è sembrata molto diffusa, essendo presente solo in alcuni punti circoscritti.

(09 giugno 2014)
(Ultima revisione: 01/03/2018)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti