Morisia monanthos - Morisia - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Morisia monanthos - Morisia

Morisia

Pianta erbacea perenne appartenente famiglia delle Brassicaceae (o Cruciferae).
Le foglie, che formano una rosetta basale, sono pennato-sette con  caratteristiche terminazioni triangolari. Il colore è verde intenso.
Il fusto è pressoché inesistente.
I fiori, color giallo intenso, sono formati da quattro petali disposti a croce (tipica caratteristica delle Cruciferae). I fiori sono attaccati a dei peduncoli che si dipartono dall'ascella delle foglie, eretti durante la fioritura, si ripie-gano a maturità verso il terreno fino ad interrare i frutti.
Questo comportamento, detto geocarpismo positivo, è tipico anche di altre specie, come ad esempio il ciclamino.
La fioritura avviene nella stagione invernale e primaverile.
La Morisia monanthos, unico esemplare del genere Morisia, è un endemismo sardo-corso. Nel passato era considerata una specie rara e in via di estinzione, successivamente  è stata rinvenuta in varie località dell'isola. Pare essere indifferentemente al substrato, ma mostra una decisa preferenza verso i siti ove nel periodo vegetativo vige un ristagno d'acqua.
Le immagini provengono da varie stazioni, tutte su terreno calcareo e su areali limitati: Montarbu di Seui (NU), M. Arbu di Fonni (NU) e Perda Liana (Gairo-NU).
Colgo l'occasione per segnalare che il toponimo Mont'Arbu (con le sue varianti) significa "monte bianco" ed è comune a vari rilievi della Sardegna, specie su terreno calcareo. Deriva, naturalmente, dal colore chiaro delle rocce.

(31 dicembre 2008)
(Ultima revisione:17/04/2014)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2021 - All rights reserved
Torna ai contenuti