Narcissus tazetta subsp. tazetta - Narciso tazzetta - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Narcissus tazetta subsp. tazetta - Narciso tazzetta

Narciso tazzetta
     E' una specie erbacea perenne (Geofita bulbosa) che appartiene alla famiglia delle Amaryllidaceae.
La parte sotterranea è costituita da un bulbo di forma arrotondata avente mediamente un diametro di tre o quattro centimetri. E' ricoperto da tuniche brune scure che si prolungano nel fusto per alcuni centimetri.
Le foglie sono lineari, debolmente canalicolate nel lato superiore e carenate in quello inferiore. Sono lisce e hanno il margine intero e l'apice ottuso. La loro lunghezza è prossima all'altezza dello scapo fiorito. Il colore varia dal verde ceroso a un più deciso colore glauco. Sono sempre presenti al momento dell'antesi.
Lo scapo è costoluto in maniera irregolare ed è alto, mediamente, venti-quaranta centimetri.
I fiori sono variabilmente profumati e raccolti in infiorescenze comprese, in media, tra due e una decina di fiori. Sono retti da un pedicello generalmente ripiegato ad angolo retto e in parte ricoperto da una spata scariosa. L'ovario è infero e il tubo (di forma troncoconica rovesciata) è lungo due o tre centimetri. Il colore del tubo oscilla dal verde chiaro al giallognolo. La forma dei tepali varia da ovata a ellittica e l'apice è in genere apiculato. Il colore è tipicamente bianco, talora è sfumato di giallo e, in qualche caso, mostra un colore giallognolo uniforme. I sepali e il pistillo sono compresi all’interno della corona. Quest'ultima è di colore giallo vivo (talvolta aranciato) e ha l'aspetto di una minuscola scodella con il bordo intero ma leggermente crenulato.
La fioritura è in parte scalare e ricade principalmente nel mese di aprile ma, alle basse altitudini, può iniziare già a febbraio, molto raramente a gennaio. E' stato rilevato anche un caso di fioritura autunnale, rinvenuto in ambiente di media collina. Le ultime due immagini in calce alla pagina si riferiscono a questo sito.
Narcissus tazetta subsp. tazetta (Narciso tazzetta) è una pianta originaria del bacino del Mediterraneo. Tuttavia, per le sue caratteristiche estetiche, è coltivata e si è spontaneizzata in vari parti del mondo. Predilige ambienti freschi e fresco-umidi, come prati (anche temporaneamente inondati), bordi di fossi, anche ambienti rocciosi purché siano fresco-umidi. E’ indipendente dalla natura del substrato. Spesso le piante crescono tra loro ravvicinate fino a formare gruppi isolati molto densi.
Le immagini allegate a questa pagina sono state riprese nella Sardegna centro-orientale dalle aree costiere fino a circa milleduecento metri di altitudine.

Nota di Botanica sistematica
L’aggregato Narcissus tazetta s.l. sia a fiore giallo sia a fiore bianco è piuttosto polimorfo, come si può dedurre anche dalle immagini allegate. Il caso più significativo rilevato è quello di un piccolo gruppo di piante a fioritura autunnale rinvenuto in ambiente collinare. Come si può osservare nelle ultime due immagini in calce a questa pagina, anche la loro morfologia delle piante è particolare e ricorda Narcissus tazetta subsp. chinensis (Narciso cinese). Potrebbe quindi  trattarsi di piante sfuggite alla coltivazione e spontaneizzate. Si noti che anche questa specie è di origine mediterranea ed è stata introdotta nell’estremo oriente oltre mille anni or sono nell'ambito dei commerci legati alle vie della seta.
(26 ottobre 2018)
(Ultima revisione: 17/11/2018)




Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti