Odontites corsicus - Perlina sardo-corsa - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Odontites corsicus - Perlina sardo-corsa

Perlina sardo-corsa

E' una pianta erbacea annuale, Terofita scaposa, appartenente alla famiglia delle Scrophulariaceae.
E' fornata da un ridotto numero di fusti prostrato-ascendenti che si dipartono irregolarmente dalla base della pianta. La loro lunghezza può arrivare a 10-15 centimetri. Hanno un colorito rossiccio scuro e sono piuttosto tomentosi per la presenza di una corta ma densa lanuggine.
Le foglie sono lineari-lanceolate, con il margine intero, scanalate lungo l'asse mediano, moderatamente ricurve, leggermente grassette e pubescenti. La loro lunghezza è di 5-10 mm. Sono sessili e opposte, generalmente con disposizione alternata.
I fiori sono portati all'apice degli scapi, in numero ridotto ma piuttosto appressati.
Il calice è lungo circa cinque millimetri, anch'esso leggermente pubescente, di colore spesso tendente al rossiccio.
La corolla è tubulosa e supera il calice in maniera variabile, da due a cinque millimetri. Generalmente è descritta di colore giallo ma, in tutti gli esemplari da noi osservati, si è sempre presentata bianca, ricoperta da un tomento del medesimo colore.
La fioritura avviene in piena estate, nei mesi di luglio e agosto.
L'Odontites corsicus è una specie endemica della Corsica e della Sardegna.
In quest'ultima isola è una pianta piuttosto rara e vegeta in poche località del settore centro-orientale e settentrionale, indifferentemente dal substrato.
Le immagini presentate si riferiscono a una piccola popolazione presente sulle rocce del Montarbu di Seui, ovviamente in ambiente calcareo, a un'altitudine di circa 1300 metri.
E' sorprendente che questa minuscola pianta riesca a riprodursi, e a portare a termine il ciclo vitale, sfruttando l'esigua quantità di terriccio che viene a depositarsi nelle fessure e nelle piccole concavità di queste rocce battute dai venti e dal sole estivo. Si tratta sicuramente di una delle situazioni ambientali più estreme che si possono trovare alle nostre latitudini.


(27 agosto 2011)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2021 - All rights reserved
Torna ai contenuti