Plumbago europaea - Piombaggine europea - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Plumbago europaea - Piombaggine europea

Piombaggine europea
      E' una specie erbacea perenne a base legnosa, Camefita fruticosa, appartenente alla famiglia delle Plumbaginaceae.
In condizioni ottimali, le piante formano un cespuglio di forma tondeggiante alto fino a circa un metro. La porzione basale è ramosissima, compatta, intricata e in parte lignificata. Da essa s’irradiano numerosi fusti fioriferi anch'essi ampiamente ramificati. I fusti sono eretti, glabri e costoluti.
Le foglie sono di forma e dimensioni variabili e spesso densamente ricoperte, su entrambe le pagine, da minuscole ghiandole. Le foglie inferiori sono lanceolate a base cuneata, quelle cauline sono di minori dimensioni, più strettamente lanceolate, a base cordata, sessili e amplessicauli. Il margine è intero ma talvolta appare come dentellato per la presenza di una regolare fila di papille prominenti (cfr. seconda immagine della seconda fila). Le foglie hanno perlopiù un colore grigiastro, plumbeo; tuttavia, il nome della specie non sembra derivare da quest’aspetto.
I fiori sono raccolti in cime pauciflore all'apice delle ramificazioni, principali e secondarie. Il calice è di forma tubulosa e di colore rossiccio. E’ caratterizzato, in maniera piuttosto appariscente, dalla presenza sui sepali di linee ordinate di peli ghiandolari prominenti. La corolla è anch'essa tubulosa e si suddivide in cinque lobi lanceolati. Il colore è rosa-violaceo di varia intensità e la nervatura centrale dei singoli lobi è di tonalità più intensa. Come si può osservare da alcune immagini, in vari casi l'intera pianta, compresa l'infiorescenza, è ricoperta da un consistente strato cotonoso.
La fioritura avviene nel periodo tardo estivo, principalmente nei mesi di agosto e settembre.
Pumblago europaea (Piombaggine europea) è presente in Sardegna dalle aree costiere alla media montagna. Tuttavia è poco comune e localizzata.
Questa descrizione e le immagini allegate si riferiscono ad alcune popolazioni che vegetano nelle aree carbonatiche della Sardegna centro-orientale, in ambiente di gariga, a un’altitudine compresa tra ottocento e milleduecento metri s.l.m..
(17 maggio 2019)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti