Ruta lamarmorae - Ruta del Gennargentu - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Ruta lamarmorae - Ruta del Gennargentu

Ruta del Gennargentu
      E’ una specie aromatica, Camefita suffruticosa, perenne, appartenente alla famiglia delle Rutaceae. La parte perenne è costituita dalla base legnosa, le parti erbacee, invece, seccano durante la stagione invernale, come si può notare dalle ultime immagini dello slide-show, riprese appunto in questa stagione.
Il portamento della pianta è cespuglioso-intricato con i rami piuttosto divaricati, può raggiungere circa cinquanta centimetri di altezza.
Le foglie sono carnosette e hanno il lembo suddiviso, in maniera irregolare, in segmenti ellittici. Orientativamente si può considerare una misura di sette-otto millimetri di lunghezza e quattro-cinque millimetri di larghezza. Il colore è verde glauco.
I fiori sono costituiti da quattro petali con il margine ondulato disposti a croce, di colore bianco nella parte esterna, tendenti al giallo-verdognolo in quella centrale.
Le antere rimangono nascoste tra i lembi dei petali per tutta l'antesi, si liberano solo in seguito.
Il pistillo è normalmente formato da quattro carpelli uniti tra loro, in qualche caso, come si può osservare dalle immagini, possono essere cinque o anche sei. Esso è vistosamente ricoperto da piccole protuberanze emisferiche di colore scuro. Lo stesso fenomeno si può notare anche nel resto della pianta (escluse le foglie) ma in maniera molto meno accentuata. La fioritura avviene a giugno-luglio.
Il frutto è uno schizocarpo che a completa maturità si suddivide in quattro, o più, mericarpi.
I semi hanno una forma reniforme e sono lunghi circa 1,8 millimetri e larghi 1,2. La loro superficie è di colore grigio scuro dettagliatamente incisa in minuscoli quadrelletti.
La diffusione di Ruta lamarmorae è limitata a piccoli popolamenti nei versanti del Gennargentu e del Bruncu Spina, a una quota di circa 1600-1700 metri s.l.m., su substrato siliceo tendenzialmente sassoso.

Nota di Botanica sistematica
L'individuazione di questa specie è piuttosto recente (Bacchetta G., Brullo S., Giusso deI Galdo G., 2006 - Ruta lamarmorae a new species from Sardinia. Edinbourgh Journal of Botany, 63(2-3): 153-160) e costituisce un endemismo esclusivo della Sardegna. In precedenza era classificata come Ruta Corsica, pianta endemica della Corsica e della Sardegna.
(10 febbraio 2010)
(Ultima modifica: 24/11/2016)




Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2021 - All rights reserved
Torna ai contenuti