Sabulina verna subsp. grandiflora (Minuartia verna subsp. grandiflora) - Minuartia a fiori grandi - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Sabulina verna subsp. grandiflora (Minuartia verna subsp. grandiflora) - Minuartia a fiori grandi

Minuartia primaverile a fiori grandi

      E' una pianta perenne parzialmente lignificata, Camefita suffruticosa, che appartiene alla famiglia delle Caryophyllaceae.
E' formata da una base legnosa, originatasi da una radice fittonante, da cui si sviluppano numerosi rami eretti o ascendenti fittamente disposti. Alcuni sono sterili, alti pochi centimetri e terminanti con densi ciuffi di foglie lineari-lanceolate lunghe circa dieci millimetri. Altri, abbondantemente fogliosi solo alla base, danno origine a uno stelo fiorifero caratterizzato da poche coppie di foglie opposte, sessili o amplessicauli, più corte di quelle basali.
Vengono così a formarsi piccoli ma fitti pulvini, caratterizzati, in condizioni ottimali, da un'abbondante fioritura. L'altezza media della pianta al momento dell’antesi è di circa dieci centimetri.
Fusto, foglie e calice dei fiori sono variabilmente glandulosi, talvolta anche piuttosto intensamente.
I fiori sono raccolti in cime fiorifere formate da una a quattro elementi e sono retti da pedicelli lunghi dieci-quindici millimetri. Il calice è formato da cinque sepali, ovato-lanceolati, membranosi al margine e, come già detto, ampiamente glandulosi. La corolla ha il diametro di poco superiore al calice ed è formata da cinque petali ovati o cordati, ristretti al picciolo, di colore bianco. Tra gli organi sessuali, sono da notare, anche perché indicativi per la classificazione della pianta, i cinque sepali caratterizzati da antere di colore violetto.
La fioritura avviene nei mesi di maggio e giugno.
I semi, di colore bruno scuro, hanno un diametro di circa mezzo millimetro e una forma vagamente reniforme.
Sabulina verna subsp. grandiflora (già Minuartia
verna subsp. grandiflora) è una specie endemica della Sicilia e della Sardegna.

Le immagini presentate nello slide-show sono state riprese nel Montarbu di Seui (NU) e in aree calcaree limitrofe. Qui sono stati rinvenuti solo pochi esemplari di questa piccola pianta  presenti nelle nicchie dei massi oppure nei suoli rocciosi e sassosi a circa 1000-1300 metri di altitudine.

(05 ottobre 2012)

(Ultima revisione: 19/02/2018)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2021 - All rights reserved
Torna ai contenuti