Salvia rosmarinus (Rosmarinus officinalis) - Rosmarino - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Salvia rosmarinus (Rosmarinus officinalis) - Rosmarino

Rosmarino

      Pianta arbustiva perenne sempreverde della famiglia delle Lamiaceae (o Labiatae).
Il suo portamento è molto variabile, può essere eretto (raggiunge i due metri di altezza), prostrato, pendente. Quest'ultimo portamento è molto caratteristico per i sottili, lunghi e flessuosi rami fluenti.
Le foglie sono lineari, molto strette, con il margine revoluto, lunghe fino a quattro centimetri. La pagina superiore è verde lucido, quella inferiore ricoperta da un fitto tomento biancastro.
La corolla presenta il labbro superiore bifido, quello inferiore trilobato con il lobo centrale vistosamente più grande degli altri due. Il suo colore può variare di tonalità, da azzurro intenso, al celeste, al bianco (piuttosto raro), talvolta tende al rosato. Sono caratteristici anche i due lunghi stami ricurvi che sporgono abbondantemente oltre la corolla.
La fioritura, principalmente concentrata nel periodo primaverile, in pratica si protrae per tutto l'anno.
Salvia rosmarinus (già Rosmarinus officinalis) vive in tutti i substrati, però con una netta preferenza per le aree calcaree. L'habitat varia dalle garighe, alle macchie, alle pareti rocciose, alle fessure in rocce e massi. Talvolta vive in condizioni veramente estreme. A questo proposito invito ad osservare l'ultima immagine dello slideshow, in cui è stata ripresa una pianta è diventata un vero e proprio bonsai naturale: si consideri l'altezza del piccolo "alberello" in rapporto alla lunghezza delle foglie...
E' una specie tipica di tutta l'area mediterranea, cresce dal livello del mare fino a 1000 metri di altitudine.
L'intera pianta è fortemente ma gradevolmente aromatica ed è universalmente noto il suo uso come aromatizzante alimentare.

(01 maggio 2010)

(Ultima revisione: 25/02/2018)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti