Santolina insularis - Crespolina maggiore, Crespolina sarda - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Santolina insularis - Crespolina maggiore, Crespolina sarda

Crespolina maggiore (Crespolina sarda, Santolina sarda)

    E' una piccola pianta arbustiva, Nano-Fanerofita, perenne, appartenente alla famiglia delle Asteraceae o Compositae.
E' caratterizzata da un corto fusto centrale lignificato e ampiamente ramificato, che induce la pianta ad assumere un portamento emisferico o irregolarmente espanso. I rami centrali sono eretti mentre i laterali, per ovvie ragioni, si sviluppano con un portamento prostrato ascendente. L'altezza massima è di circa cinquanta o sessanta centimetri.
La parte erbacea è formata dai giovani rami eretti o ascendenti. Essi sono fittamente ricoperti da foglie a disposizione alterna, lunghe normalmente da uno a tre centimetri, picciolate e pennatopartite. Le foglie sono dotate di numerosi, tozzi e brevissimi (spesso inferiori al millimetro) lobi subcilindrici. Questi si caratterizzano per l'apice ottuso e sono disposti su quattro file.
I giovani rami, le foglie e, in misura minore, i peduncoli fiorali, sono ricoperti da un tomento bianco-cinerino che conferisce alla pianta una tonalità tendente al glauco.
I fiori, di un appariscente colore giallo vivo, sono riuniti in capolini emisferici dal diametro medio di circa un centimetro. Sono portati da un peduncolo lungo fino a venti o trenta centimetri.
La fioritura avviene da maggio ad agosto in funzione dell'altitudine e dell’esposizione. Essa è molto abbondante, uniforme e simultanea, spesso ricopre l'intera pianta di una miriade di capolini color giallo-dorato.
Tutte le parti della pianta sono caratterizzate da un intenso odore aromatico.
Santolina insularis è una specie endemica esclusiva della Sardegna ed è diffusa principalmente in un’ampia area del settore centro-orientale dell'isola, ma anche nel Sarrabus e nell'Iglesiente. Vegeta da 400 a 1800 metri di altitudine, indifferentemente dal substrato, prevalentemente in ambiente di gariga, arido e spesso degradato.
Santolina insularis (santolina sarda), a causa delle minime differenze, può essere facilmente confusa con la Santolina corsica (santolina sardo-corsa) che, tuttavia, cresce solo nella catena del Monte Albo (NU).

(02 aprile 2012)

(Ultima revisione: 30/12/2015)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2021 - All rights reserved
Torna ai contenuti