Sedum alpestre - Borracina alpestre - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Sedum alpestre - Borracina alpestre

Borracina alpestre
      E' una pianta erbacea perenne, Camefita succulenta, che appartiene alla famiglia delle Crassulaceae.
Le piante hanno un portamento prostrato diffuso, radicante ai nodi, con numerosi getti eretti, in parte sterili e in parte fioriferi. Crescono a piccoli gruppi e, nell'insieme, tendono a formare un denso tappeto. Negli esemplari osservati, l'altezza era di tre-cinque centimetri, ma può arrivare anche a otto-dieci. I fusti sterili sono perennanti mentre quelli fioriferi (normalmente più alti) seccano alla fine del ciclo vegetativo. Tuttavia, essendo legnosetti, tendono a permanere fino alla fioritura successiva. I follicoli secchi sono pungenti, per cui si potrebbe interpretare questa caratteristica come una forma di difesa dagli animali erbivori prodotta dalla selezione naturale. (Nelle immagini allegate, si può osservare la contemporanea presenza dei fusti fioriferi e dei follicoli dell'anno in corso e di quello precedente).
Le foglie sono clavate-ovate, talora spatolate, con l'apice arrotondato, piane di sopra.  Sono di colore verde ma talora screziate di rosso. La lunghezza è di quattro o cinque millimetri mentre la larghezza è di uno o due millimetri.
I fiori sono pentameri e sono portati, a piccoli gruppi, all'apice dei fusti fioriferi. I sepali sono verdognoli internamente e verdi screziati di rosso presso l'apice e all'esterno, appaiono molto simili alle ultime foglie caulinari. I petali sono di colore giallo, anch'essi all'esterno parzialmente venati di rosso. I fiori sono piuttosto appariscenti anche a causa della fioritura  pressoché simultanea dell'intero gruppetto di piante. Molto vistosi si mostrano anche i follicoli maturi che assumono un’appariscente conformazione stellare e una colorazione screziata di un rosso intenso.
Negli esemplari osservati, la fioritura ricade principalmente nei mesi di maggio e giugno.
Sedum alpestre è diffuso nell'Italia settentrionale e in Sardegna. Qui si può trovare in alcuni punti cacuminali dei monti del Gennargentu. Cresce in aree soggette a lunghi periodi d’innevamento per cui è pienamente giustificato l'epiteto di alpestre riferito a questa specie.
Le immagini allegate si riferiscono a una piccola popolazione rinvenuta in una valletta nivale dei monti del Gennargentu (a quasi a 1800 metri di altitudine) che rimane per vari mesi ricoperta dal manto nevoso.
(06 settembre 2015)
(Ultima revisione: 02/10/2019)




Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti