Callitriche obtusangula - Gamberaia ad angoli ottusi - ATLANTIDES: Miscellanea di Ambiente, Natura, Cultura

atlantides.it
Ilex aquifolium
Vai ai contenuti

Callitriche obtusangula - Gamberaia ad angoli ottusi

Gamberaia ad angoli ottusi
   E' una specie erbacea annuale o perenne (se le condizioni ambientali lo permettono) Idroterofita flottante, appartenente alla famiglia delle Plantaginaceae. Ma, in precedenza, era inserita nell'apposita famiglia delle Callitrichaceae. Più raramente, si può rinvenire anche in forme adattate alla vita terricola.
Questa descrizione, e le immagini allegate, si riferiscono a una popolazione che vegeta in un minuscolo stagno che, tuttavia, perdura per quasi tutto l'anno anche perché alimentato da una piccola risorgiva. Contribuisce alla conservazione di questo micro habitat anche lo strato di terreno melmoso e impermeabile, ricco di sostanze nutritive, che è andato a formarsi nel tempo.
Il livello massimo dell'acqua nella piccola depressione è di venti-trenta centimetri.
Le piante si sviluppano dal substrato già ampiamente ramificate con i fusti relativamente robusti e prosperosi, con un diametro che può superare il millimetro e il colore che varia dal bianchiccio al verdognolo.
Si è osservato che i fusti non si limitano a raggiungere la superficie dell'acqua ma si propagano sommersi anche in orizzontale. Forse alla ricerca dello spazio di luce sufficiente per le rosette apicali. Come si può osservare dalle immagini allegate, nel pieno del periodo vegetativo, le rosette coprono fittamente tutto lo spazio a disposizione, talora anche accavallandosi.
Nella superficie dell'acqua si sviluppano le rosette flottanti apicali. Sono composte da foglie polinervie spatolate con la parte apicale inizialmente oblunga ma che alla maturità assume una spiccata forma rombica.  la loro lunghezza è mediamente di dieci millimetri. Le foglie sommerse in prossimità delle rosette flottanti sono simili ma hanno una forma maggiormente allungata e arrivano a superare la lunghezza di quindici millimetri. Le foglie cauline inferiori hanno circa la stessa lunghezza ma sono invece uninervie e strettamente lineari con l'apice biforcuto.
I fiori maschili e femminili sono generalmente prodotti alle ascelle opposte delle foglie cauline superiori. Tuttavia, mentre quello femminile è sessile e poco visibile fino alla fruttificazione, quello maschile è formato da un filamento lungo circa cinque-sette millimetri che regge un'antera reniforme di colore giallognolo che misura fino a un millimetro e mezzo. Quando è possibile, le antere raggiungono la superficie dell'acqua e alla maturità si aprono mostrando un consistente grumo di polline bianco.  
Il frutto, che è l'elemento determinante per poter riconoscere con sicurezza la specie, è di forma tondeggiante ma compressa lateralmente e ha un diametro fino a circa 1,8 millimetri. E' di colore inizialmente verde per poi diventare bruno. E' formato da due mericarpi contrapposti, non alati, che al centro conservano, ripiegati, i resti degli stili.
Nel sito preso in esame, fioritura e fruttificazione avvengono nei mesi di maggio e giugno.
Callitriche obtusangula (Gamberaia ad angoli ottusi) è diffusa in varie regioni italiane ed è presente anche in Sardegna in vari siti come cunette, depressioni e prati soggetti a ristagno d’acqua. Il sito in esame è stato rinvenuto nel settore centro-orientale dell'isola a circa settecento metri di altitudine.
Aggiungo che in alcune immagini è presente una pianta dai fiori gialli, si tratta di Ranunculus ophioglossifolius (Ranuncolo a foglie di Ofioglosso), anch'esso presente abbastanza abbondante in questo sito.

(12 aprile 2021)





Torna alla pagina:
Flora della Sardegna


Copyright www.atlantides.it 2008÷2022 - All rights reserved
Torna ai contenuti